albero

Di decori fatti a mano e piccole gioie

Quest’anno è stato finalmente l’anno, l’anno che aspettavo da tanto, l’anno del Natale insieme nella nostra casetta!

Ho sognato tantissimo questo momento e adesso che è arrivato, me ne sto godendo ogni istante.

Il decoro della nostra casa insieme, le serate di coccole sul divano mentre l’albero luccica nella stanza, il profumo di cannella e arancia nell’aria, il calendario dell’avvento, le cioccolate calde, le canzoni di Natale che risuonano nell’aria… ogni momento è davvero magico!

E così è stato anche decorare insieme il nostro albero e preparare a mano gli addobbi. Volevo che fosse unico, originale e per questo non c’è niente di meglio che un decoro fatto a mano. E ormai lui si è abituato a vedermi costantemente girare con la pistola della colla a caldo in mano!!:)

 

albero

 

punta albero

 

alberello

 

gessetti

 

gessetti

 

gessetti

 

calzetta

 

decori

 

cuore feltro

 

addobbi

 

cuore

 

cuore

 

albero

 

Creare a mano i decori a Natale e sbizzarrirmi con la creatività in questo periodo dell’anno è la cosa che amo di più… e adesso… si comincia a preparare i segnaposto!;)

Read More
calendario avvento

Il mio calendario dell’avvento 2016: un tutorial semplice per aspettare le feste con stile!

Non avete ancora un calendario dell’avvento in casa?

Volete realizzarne uno con le vostre mani, ma che non sia troppo complicato?

Allora questo tutorial fa per voi!

Per quest’anno ho infatti pensato di realizzare un calendario dell’avvento molto semplice e veloce. Che non richiedesse grandi abilità, ma che fosse comunque carino e personalizzabile!

 

calendario avvento

 

Così sono nate le mie “calzette dell’avvento”!

Se vi piacciono, ecco cosa vi occorre per realizzarle:

  • carta da pacchi
  • macchina da cucire
  • forbice o fustella a forma di calzetta
  • Uniposca bianco
  • cordino
  • scotch

E adesso partiamo con il procedimento!

1) Prendete la carta da pacchi e con la Big Shot e una fustella a forma di calzetta, ritagliate 50 pezzi. In alternative, se non avete la Big Shot, disegnate la forma di una calzetta su un cartoncino e, con la matita, riportatela 50 volte sulla carta da pacchi e infine ritagliate.

calzette

 

2) A questo punto, unite le calzette a due, a due e cucite a dritto con la macchina da cucire, lasciando una breve apertura sulla parte superiore (per permettervi di inserire meglio i dolcetti).

calzetta

 

3) Una volta cucite tutte e 25 le calzette, prendete l’Uniposca bianco e divertitevi a decorarle come più preferite, indicando su ciascuna un numero del calendario.

calzette decorate

 

4) Infine, attaccate dove più preferite il cordino con dello scotch e, sempre con lo scotch, procedete ad attaccare una ad una tutte le calzette.

 

Et voilà, il vostro calendario dell’avvento è terminato!

calendario avvento

 

Adesso sbizzarritevi a riempirlo con ciò che più preferiscono i vostri bimbi! Oppure, se siete ancora solo una coppia come noi, assegnatevi a uno i giorni dispari e all’altro i giorni pari e dedicatevi a chi amate facendogli trovare una sorpresa gradita!^_^

 

Un bacio

Eleonora

Read More
weekly planner

Andiamo a comandare… a modo nostro! – Un tutorial per super donne!

Questa estate qualcuno cantava “andiamo a comandare…” e oggi è quello che voglio invitarvi a fare insieme a me: andiamo a comandare! Sì, ma cosa? Le nostre vite e i nostri progetti!;)

Se nel post precedente, tra mille sfoghi e parole vi avevo fatto capire come una parte fondamentale del mio stato d’animo un po’ così fosse principalmente la mancanza di tempo, in questo post voglio mostrarvi e condividere il modo che ho trovato per cercare di organizzare al meglio le mie giornate, ottimizzando il tempo a disposizione.

Quindi… andiamo a pianificare!

Ho infatti realizzato per me e per voi un mini planner giornaliero per organizzare al meglio le vostre settimane.

In altre parole, per ogni giorno della settimana cerco di scrivere le cose che vorrei/dovrei fare, in modo da non dimenticarmi qualche “pezzo” per strada e anche per monitorare le eventuali cose che lascio indietro, senza però dimenticarmene.

Riprodurlo è davvero molto semplice e ve lo spiego passo, passo in questo mio tutorial.

STEP 1

Scaricate le grafiche che ho preparato per voi con i giorni della settimana.

Le potete trovare qui e qui.

STEP 2

Stampatele ciascuna su un foglio A4.

Stampate tante copie quante sono le settimane di cui volete già fissare un planning.

Io ho utilizzato una carta con una grammatura da 160, ma potete, a scelta, anche usarne una più leggera se preferite. Io vi consiglio una carta di questo spessore per avere un buon risultato e una base “più solida” dove scrivere, ma nulla vieta di usare qualsiasi spessore di carta preferiate.

STEP 3

Ritagliate ciascun foglio con una taglierina (va bene anche una forbice), avendo cura di lasciare la parte bianca del foglio nel lato di sinistra.

img_5464

img_5463

img_5465

img_5466

img_5467

 

STEP 4

Unite insieme tutti i fogli, avendo attenzione all’alternanza corretta tra i fogli con la prima parte della settimana e i fogli con la seconda parte della settimana e bloccateli con 2 graffette.

blocco fogli

 

STEP 5

Prendete la macchina da cucire e, sul lato bianco che avete lasciato alla sinistra di ciascun foglio, procedete ad effettuare una cucitura.

In questo modo bloccherete insieme i fogli, avendo anche la possibilità di sfogliarli, ma potrete poi anche strappare ciascun foglio, una volta terminata la parte della settimana già passata!

img_5469

img_5470

 

Ed ecco a voi il vostro planner finito!

img_5472

img_5466

E adesso… andate a pianificare!!;)

Read More
la vita che vorrei

La vita che vorrei…

Oggi voglio scrivere questo post che mi balena nella testa da tanto tempo e che è l’esempio più lampante del perché latito così tanto dal blog, pur essendo molto presente nei social come Facebook e Instagram.

E’ un post per parlare con voi, ma anche per parlare a me stessa. No, non prendetemi per matta, ma quest’anno, l’anno dei miei trent’anni, l’anno del mio matrimonio, del mio cambio casa e conseguente cambio vita, mi sta facendo nascere tante riflessioni su di me e su ciò che amo fare.

A questo punto vi chiederete “e a noi cosa interessa?” o “ma nel tuo blog non condividi solo idee, creazioni, tutorial, ecc?”… Bè questa volta no, questa volta voglio fare del bene a me stessa e scrivere queste righe. D’altro canto il blog non è che un diario virtuale da condividere con la rete e proprio per questo, oggi, userò il mio blog proprio come un diario, confidandomi con voi e parlandovi come un libro aperto e con il cuore in mano.

Ho bisogno di voi per condividere questi miei pensieri e stati d’animo e spero avrete la voglia di leggere queste righe e stare in mia compagnia.

***

Come vi dicevo, questo è stato l’anno dei grandi cambiamenti e con sempre più frequenza mi trovo a ragionare su “quello che voglio fare da grande”.

Certo, grande lo sono già un bel po’, ma ho voluto vedere questi miei trent’anni come l’inizio di un nuovo cammino, un cammino per me stessa. Dove è ora e tempo di cominciare a tirare le fila di come voglio che sia la mia vita.

La maggior parte delle mie giornate mi trovo a pensare, con sempre più frequenza a queste tre cose: questa non è esattamente la vita che vorrei (professionalmente parlando), spreco troppo tempo per cose che non mi arricchiscono né mi servono, voglio imparare cose nuove.

So che magari molte di voi si ritroveranno in questi pensieri, perché, diciamocelo, ahimè la vita è fatta più di obblighi e cose poco piacevoli, che di vezzi personali, ma lasciatemi sognare con voi a “la vita che vorrei”.

Vorrei avere dei bambini, certo, non subito, ma tra qualche tempo mi piacerebbe molto. E se questo potrebbe sembrare un desiderio banale, in realtà non lo è, perché implica una serie di riflessioni non da poco. E vorrei avere del tempo di qualità da dedicare ai miei bambini ed essere una mamma serena che, pur lavorando, perché è giusto che sia così, porti a casa sorrisi e non frustrazioni.

Vorrei avere un lavoro che amo, non perché fatto solo di note positive, ma perché rappresenta un’espressione di ciò che sono e di ciò che mi piace fare. Vorrei mettere le mie risorse e competenze a servizio di qualcosa per cui ne valga veramente la pena e da cui trarre ogni giorno continui stimoli e crescita professionale.

Vorrei poter imparare e apprendere nuove cose. Penso che il pallino dell’illustrazione grafica digitale ormai sia diventato qualcosa di martellante nel mio cervello, un po’ come volontà di studi e carriera “con il senno di poi” e un po’ come fortissimo desiderio di poter imparare in merito e potermi finalmente dedicare con professionalità a questa “arte” che amo tantissimo. I miei prossimi sforzi di studio saranno tutti in questa direzione.

Vorrei poi imparare la lavorazione della ceramica. Lo so, questa è un’assoluta novità, ma è già da un anno a questa parte che mi sono completamente innamorata di questa tecnica e vorrei tantissimo apprenderne la tecnica.

Vorrei dilettarmi con la calligrafia, anche se la mia scrittura non è un granché, ma chi se ne importa! Giusto per me, vorrei fare un corso e sbizzarrirmi a scrivere biglietti a chiunque!

Vorrei tempo. E questo è il grande tasto dolente. Giusto per farvi capire, sto scrivendo questo post, dopo più di un mese che ho in testa di farlo, solo perché oggi sono a casa malata e, quindi, anche se con qualche momento di vuoto, ho finalmente il tempo per scrivere queste righe. Vorrei tempo per dedicarmi alla mia creatività, alla ricerca di prodotti nuovi e particolari, al mio shop che mi dà tante soddisfazioni. Vorrei avere il tempo di esprimere me stessa e ciò che sono, non rubando qualche minuto la sera, dopo i piatti e prima di andare a dormire. Sì, vorrei avere il tempo di dedicarmi alle decorazioni, a trovare nuovi spunti anche per voi, a realizzare tutorial e condividere idee.

So che purtroppo sto parlando di tutto e di niente, di sogni che si devono scontrare con la quotidianità. Ma averli finalmente detti a voce alta e a tutte voi che da anni mi seguite, mi ha fatta stare meglio. Mi fa credere che in fondo, quando si desidera tanto qualcosa e si lotta per i propri obiettivi, prima o poi qualcosa si riesce a raggiungere. Certo, spesso si tratta di un mondo utopico, ma sono i nostri sogni che danno forma alla realtà e se non puntassimo in alto secondo me non potremmo ottenere neanche quei piccoli momenti di gioia nel nostro quotidiano.

Ecco, mi sono sfogata, mi sono raccontata e grazie a chi di voi ha avuto la voglia di leggermi fino a qui. Ho scelto la via della sincerità, perché mi rappresenta ed è questo ciò che sono.

Spero di tornare presto a scrivere sul blog, con contenuti, prodotti e idee che mi facciano sentire più vicina a voi e a questo splendido mondo che amo.

 

Un grande bacio!

Eleonora

Read More